15/05/2019 – Escludere dalle gare chi, in precedenti appalti, ha tenuto comportamenti scorretti con la Stazione Appaltante e i subappaltatori. È l’obiettivo di un emendamento messo a punto dalla maggioranza e anticipato da Public Policy, che sarà esaminato durante la conversione in legge del decreto Sblocca Cantieri. 

Ci sono anche altre modifiche al Codice Appalti in bilico su cui si continua a discutere. Si tratta dell'incentivo del 2%, che probabilmente non sarà reintrodotto, del limite al subappalto e delle soglie per le procedure negoziate. Argomenti su cui il confronto è ancora aperto.
 
Sblocca Cantieri, aumenteranno le cause di esclusione
Se i contenuti della proposta dovessero essere confermati, nel Codice Appalti (D.lgs. 50/2016) sarà inserita una nuova causa di esclusione, che colpirà le imprese affidatarie che siano risultate inadempienti non solo nei confronti di altre stazioni appaltanti,..
Continua a leggere su Edilportale.com

Fonte: Edilportale