News

Ricostruzione, firmato accordo sul Durc di congruità

09/02/2018 – Passi avanti per il Documento unico di regolarità contributiva (Durc) di congruità. La Sottosegretaria alla presidenza del Consiglio e Commissaria alla ricostruzione, on. Paola De Micheli, i presidenti delle Regioni interessate dal sisma del 2016, i vicecommissari e le principali rappresentanze delle categorie produttive e delle forze sociali hanno siglato a Palazzo Chigi l'accordo che prevede l’applicazione del Durc di congruità nei lavori di ricostruzione.
 
Durc di congruità, gli obiettivi del protocollo
L’accordo punta ad una serie di obiettivi:
 
– Contrastare il lavoro sommerso e irregolare. Solo in presenza di “congruità” fra manodopera necessaria e contributivi versati, viene rilasciata la certificazione;
– Evitare la concorrenza sleale. Impedire qualunque vantaggio alle imprese non in regola, rispetto a quelle che operano nel rispetto della legge e della tutela dei..
Continua a leggere su Edilportale.com

Fonte: Edilportale

Criteri ambientali minimi in edilizia, nuove istruzioni operative

08/02/2018 – Il Ministero dell’Ambiente interviene di nuovo per fornire una serie di chiarimenti sui Criteri ambientali minimi (CAM) da seguire nell’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, la ristrutturazione e la manutenzione degli edifici pubblici.
 
Dopo una serie di segnalazioni sulla non corretta applicazione da parte delle stazioni appaltanti, ha aggiornato le Faq che spiegano come applicare il DM 11 ottobre 2017.
 
CAM e criteri progettuali
In base al Codice Appalti (D.lgs. 50/2016) le specifiche tecniche e le clausole contrattuali devono essere inserite nella documentazione di gara. In particolare, i criteri progettuali vanno inseriti nel capitolato speciale d’appalto.
 
La stazione appaltante può inserire nella documentazione di gara uno o più dei criteri premianti presenti nel documento CAM oppure prevederne di simili, fermo restando la possibilità di elaborare criteri..
Continua a leggere su Edilportale.com

Fonte: Edilportale

Consumo di suolo, una proposta di legge per fermarlo

08/02/2018 – Dieci articoli per una legge contro il consumo di suolo, per fermare “la modifica o la perdita della superficie agricola, naturale, seminaturale o libera, a seguito di interventi di copertura artificiale del suolo, di trasformazione mediante la realizzazione – entro e fuori terra – di costruzioni, infrastrutture e servizi o provocata da azioni, quali asportazione ed impermeabilizzazione”.

Dieci articoli per una legge attesa da decenni o, almeno, dal 2009, quando un’ampia aggregazione nazionale di associazioni, comitati e singoli cittadini rese evidente l’insostenibile peso della speculazione edilizia.

Dieci articoli per una legge dal basso, dopo che lo scioglimento delle Camere ha sancito la fine ingloriosa del testo arenatosi al Senato, che ha vanificato lo sforzo avviato all’inizio della legislatura e l’impegno di tanti che avevano prestato il proprio servizio al Paese, producendo osservazioni, partecipando ad audizioni.

Così..
Continua a leggere su Edilportale.com

Fonte: Edilportale

Vizi o difetti dell'immobile, quali garanzie ha l'acquirente?

07/02/2018 – Quando si acquista un immobile da un costruttore si è in presenza di un contratto di compravendita e non di appalto. La precisazione arriva dalla Cassazione con la sentenza 26574/2017 ed è utile a stimare con certezza i tempi utili per far valere la garanzia in caso di vizi dell’opera. Nelle compravendite i tempi per agire e ottenere un risarcimento per i vizi dell'opera sono più brevi che nell'appalto.
 
Diverso è il caso dei difetti della costruzione che possono causare la rovina dell'immobile. In questo caso i tempi per far valere la garanzia e le responsabilità del costruttore sono gli stessi sia che si tratti di compravendita sia che si tratti di appalto: il costruttore/venditore è responsabile per dieci anni dalla consegna dell’immobile ed è tenuto al risarcimento.
 
Garanzia per i vizi nelle compravendite
L’articolo 1495 del Codice Civile disciplina i termini e le condizioni..
Continua a leggere su Edilportale.com

Fonte: Edilportale