18/11/2019 – Proteggono le città dalle inondazioni causate dagli eventi climatici estremi, risparmiando disagi, rischi e danni economici. Sono le dighe e le barriere realizzate in lagune, fiumi e golfi.
 
A fare scuola sono soprattutto i Paesi Bassi, da sempre alle prese con i danni da inondazione, ma ci sono sistemi analoghi anche altrove. In Italia il Mose di Venezia è tristemente tornato sotto i riflettori a causa della grave emergenza che sta affliggendo la città. Una volta messo in funzione, dovrebbe mettere la laguna al riparo dall'acqua alta.
 
Barriere sulla Schelda, Paesi Bassi
La foce della Schelda è un delta in cui confluiscono i fiumi Reno e Mosa. Sul fiume sono stati creati più tipi di sbarramenti. Uno è il Maeslantkering, composto da due bracci mobili, alti come la Torre Eiffel, che si chiudono all’occorrenza.
 Foto: www.amusingplanet.com

Un altro sbarramento è Oosterscheldekering,..
Continua a leggere su Edilportale.com

Fonte: Edilportale